Come Smettere di Rimuginare e Gestire le Preoccupazioni: 5 suggerimenti pratici

Come smettere di rimuginare

Come smettere di rimuginare? A chi di noi non è mai capitato di avere delle preoccupazioni, e di spendere una gran quantità di tempo ed energia nel pensarci? Di arrivare a volte al punto di perderne il controllo, e di non riuscire di conseguenza a dormire o portare avanti le normali attività quotidiane?

In queste situazioni prende il sopravvento una tendenza molto diffusa quanto deleteria, il rimuginare.  Un tipo di pensiero afinalistico e ripetitivo, che non consente di giungere ad alcuna soluzione. Ma che al contrario finisce col bloccarci e creare ulteriore malessere.

Perché il rimuginare solo apparentemente da la sensazione di fare qualcosa di utile, allo scopo di risolvere il problema che ci assilla. Ma in realtà non è così.

Rimuginare non solo non consente di risolvere il problema, ma favorisce la comparsa di ulteriori pensieri e ricordi negativi. Insomma ci porta a sprofondare sempre più nella negatività, e a rimanere intrappolati nei grovigli dei nostri pensieri.

Come gestire le preoccupazioni e la tendenza a rimuginare?

Rimuginare non è azione e ciò di cui abbiamo bisogno per uscire da questo circolo vizioso è agire. Spostarci da una dimensione solo mentale verso una più pratica e concreta, perché è qui che possiamo trovare vere soluzioni.

Fintanto che rimaniamo nell’ambito dei pensieri non c’è limite a ciò che possiamo pensare e letteralmente costruire. Scenari negativi e terrificanti, che non ci aiutano di certo nè a star bene, nè a sentirci efficaci,  nè ad uscire dal problema.

Sono molte le cose che possiamo fare per spostarci in una nuova e più idonea dimensione.

Come smettere di rimuginare e gestire le preoccupazioni: 5 suggerimenti utili

  • Una delle cose più utili da fare per smettere di rimuginare, è spostare la nostra attenzione dalla testa e quindi dai pensieri, a ciò che possiamo percepire con i nostri sensi.

E quindi fare delle azioni che li coinvolgano.

I nostri sensi sono: la vista, l’udito, il gusto, il tatto, l’olfatto. Quante e quali cose possiamo fare utilizzando i nostri sensi?

Ad esempio con la vista posso leggere un libro, guardare un film, uscire fuori ed osservare la natura, la città, notare ciò che mi circonda.

Con l’udito posso ascoltare della musica, un concerto, i rumori della mia casa, i rumori esterni.

Con l’olfatto posso sentire i profumi.

Con il gusto assaporare un cibo che mi piace molto.

Per ciò che concerne il tatto posso ad esempio fare un bagno caldo, dei massaggi, fare e ricevere carezze.

Portare maggiormente la nostra attenzione su ciò che possiamo fare con i nostri sensi, allontana dai pensieri e porta a stare più a contatto con la realtà

  • Praticare del rilassamento, è anch’esso molto utile a distendere le tensioni causate da un intenso rimuginio, e aiuta recuperare energia. Consente anche di essere maggiormente a contatto con il nostro corpo e meno con i pensieri
  • Guardare la situazione in modo più ampio. Occorre fermarsi e guardare la situazione a 360 gradi. Magari facendoci aiutare da qualcun altro.

Da soli a volte può essere difficile avere la giusta obiettività. Invece attingere alle nostre risorse relazionali può essere utile, per vagliare altri aspetti a cui non avevamo pensato

Anche in questo modo possiamo allontanarci dai nostri pensieri, ed entrare un una dimensione relazionale

  • Focalizzarci sulla soluzione e su come fare per arrivarci. Spesso rimaniamo bloccati in quanto ci focalizziamo sul problema ma non sulla soluzione. Dovremmo invece provare a guardare anche quest’aspetto.

Tutte le possibili soluzioni, quali aspetti le compongono, quali obiettivi porci, e come portarli avanti per step consecutivi. Queste sono azioni, quindi più utili rispetto al solo rimuginare

  • Quando ci accorgiamo di rimuginare possiamo anche darci uno stop e rimandare ad un altro momento. In questo modo con un po’ di allenamento non ci lasceremo condizionare troppo dai nostri pensieri. E magari possiamo anche stabilire un tempo da dedicare al rimuginare, per poi tornare a fare altro.

Tutto ciò che può allontanarci dal solo pensiero e dalle sue costruzioni, può essere molto efficace.

Come smettere di rimuginare e gestire il pensiero in modo diverso

Pensare è utile ma appoggiarsi solo al pensiero, vivere tutto in questa dimensione, ed escludere il resto rischia di imprigionarci. È quindi moto utile gestirlo in modo diverso, con un pò di allenamento possiamo riuscirci.

Come psicoterapeuta a padova e psicologo online, da quasi da 10 anni ascolto ed aiuto persone concretamente su come smettere di rimuginare ad affrontare le preoccupazioni.

Entriamo in contatto

Richiedi Una Consulenza

 

Dott.ssa Monia Ferretti - Psicologa Psicoterapeuta

L’aspetto che più amo della mia professione è poter essere utile agli altri, vedere una persona che soffre, riprendere in mano la propria vita e tornare a sorridere è una cosa bellissima.

One comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top