Gestire Le Emozioni Negative: Come Farlo in Modo Efficace

gestire le emozioni negative

Ogni giorno proviamo molteplici emozioni, e a volte sono piacevoli mentre altre lo sono meno.

Le emozioni cosiddette negative assieme a quelle positive, sono parte integrante del nostro mondo emotivo, e non possiamo pensare di cancellarle. Ma è molto utile invece familiarizzare con l’idea che è possibile gestire le emozioni negative. Che è possibile apprendendo le giuste tecniche, imparare a gestire le emozioni.

Che possiamo imparare a conviverci, in modo che non prendano il sopravvento e non abbiano il controllo sulla nostra vita.

Imparare a gestire le emozioni negative: un progetto attuabile in pochi passi

Le nostre emozioni non sopraggiungono mai a caso, anche quando sembrano esserci senza un apparente motivo, un motivo c’è sempre. Perché le nostre emozioni sono collegate alla nostra vita e al suo andamento, alle situazioni che ogni giorno siamo chiamati a gestire, alle relazioni che intessiamo, alla qualità della vita stessa.

Le emozioni veicolano sempre un messaggio, e sta a noi decifrarlo e fare ciò che serve.

Quindi il primo passo per poter controllare le emozioni è porre attenzione agli eventi della nostra vita, e a quali emozioni e vissuti ne scaturiscono. L’emozione va quindi compresa e per poterlo fare occorre contestualizzarla.

Occorre comprendere perché mi sento in un determinato modo, cosa sto vivendo, o cosa ho vissuto, o cosa dovrà accadere.

Associare l’emozione al contesto dalla quale scaturisce, mi consente di fare il passo successivo per poter gestire le emozioni negative in modo funzionale. Capire nella particolare situazione come mi sto comportando, e se e quali altre alternative ho a disposizione.

Rimanere all’oscuro di tutti questi aspetti non ci consente spesso né di comprendere ciò che proviamo, né tanto meno come conseguenza di poter gestire al meglio ciò che stiamo vivendo, e quindi di gestire le emozioni negative.

Come controllare le emozioni in modo funzionale

Occorre accettare il fatto che nell’arco della nostra vita più volte ci troveremo a fare i conti con la gestione di emozioni poco piacevoli. E che per uscirne vincenti sarà importante farlo in modo funzionale.

Un modo funzionale come abbiamo visto poco sopra, consiste innanzitutto nel capire e nel dare un contesto alle emozioni. Perché solo una volta messa a fuoco la situazione, e ciò che proviamo, possiamo cercare di approfondire e vedere tutte le possibilità che abbiamo.

È molto utile e funzionale oltre a valutare e concentrarsi sul problema, spostare la propria attenzione sul problem solving, e cioè cosa si può fare per affrontare la situazione in atto.

Un modo funzionale di gestire le emozioni negative è anche quello di accettarle come parte di noi. E comprendere che se non le “gonfiamo”, ma anzi capiamo cosa hanno da dirci e le affrontiamo adeguatamente, facendo azioni giuste, non possono farci nulla né condizionarci.

Un altro ottimo modo per controllare le emozioni negative, è condividerle. Perché è molto più facile modulare ciò che sentiamo insieme a qualcuno, piuttosto che da soli.

Non dimentichiamo che le emozioni negative condivise diminuiscono, mentre quelle positive condivise aumentano.

Come controllare le emozioni in modo disfunzionale

Alcuni di noi  purtroppo pur avendo come scopo quello di gestire le emozioni negative, utilizzano in realtà modalità disfunzionali.

Una delle modalità più deleterie e che porterà a sicura sofferenza, è la volontaria soppressione delle emozioni. Rinnegarle, far finta di non provarle, dire che va tutto bene anche se sappiamo non essere così, non potrà portare ad alcuna soluzione.

Anche l’evitamento di situazioni, il cercare di sfuggire da ciò che andrebbe fatto è una modalità disfunzionale che non potrà dare buoni frutti. E che non porterà certamente a risolvere le difficoltà che stiamo vivendo.

E siamo sempre nella stessa direzione quando la nostra attività prevalente è colpevolizzare gli altri per le nostre emozioni. Perché le emozioni ci appartengono, quindi è nostra responsabilità, spetta a noi occuparcene, e prendere decisioni.

Se il mio malessere è ad esempio legato ad un rapporto che non funziona, sarà poco utile continuare ad insistere affinché sia l’altro a cambiare, e quindi scaricare il mio malessere fuori.

L’altro innanzitutto cambia solo se vuole cambiare. E il mio malessere appartiene a me, e sta a me valutare come gestire in modo differente il rapporto alla luce delle difficoltà presenti.

Solo in questo modo la situazione potrà cambiare e il mio malessere risolversi.

Anche il rimuginare è una vera e propria abitudine non funzionale, finalizzata a controllare le emozioni. Una strategia che anziché aiutare spesso porta a rimanere bloccati, perché non presuppone alcuna reale soluzione.

In conclusione vorrei dire che le emozioni non ci controllano e non possono condizionarci, a meno che non siamo noi a consentirglielo. E possono momentaneamente farlo solo se scegliamo strategie sbagliate.

È possibile quindi imparare a gestire le emozioni, proviamo a farlo ogni giorno utilizzando strategie funzionali. Che ci consentano di comprendere, di aprirci a più possibilità, a soluzioni pratiche, all’altro, e all’accettazione.

Solo in questo modo potremo vivere le emozioni, anche quelle poco piacevoli, come delle alleate e portatrici di messaggi da comprendere e gestire. E non solo come nemiche da allontanare ad ogni costo.

E non dimentichiamo che le emozioni sono parte di noi, che sono loro ad indicarci la strada, ed allontanarle equivale a cancellare parte della nostra essenza.

Qualsiasi tentativo di soppressione è così destinato al fallimento.

Come psicoterapeuta e psicologo online, da quasi da 10 anni ascolto ed aiuto persone concretamente ad affrontare le loro preoccupazioni.

Entriamo in contatto

Richiedi Una Consulenza

Dott.ssa Monia Ferretti - Psicologa Psicoterapeuta

L’aspetto che più amo della mia professione è poter essere utile agli altri, vedere una persona che soffre, riprendere in mano la propria vita e tornare a sorridere è una cosa bellissima.

One comment

  • L’argomento è stato descritto in modo chiaro e semplice. Cercherò di mettere in atto i suoi consigli per gestire alla meglio le emozioni negative! Ringrazio la Dottoressa e le auguro un buon lavoro!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top