Stress Emotivo: 7 Consigli Utili

stress emotivo

Nella vita moderna non c’è modo di sfuggire allo stress!

Come prima cosa è importante focalizzare, che lo stress non è solo qualcosa di negativo come siamo soliti pensare. A tale proposito è utile fare una distinzione tra: stress buono e stress cattivo.

Stress buono

Si tratta di tutte le attività che svolgiamo quotidianamente, gli interessi che coltiviamo, le situazioni e gli eventi con cui veniamo a contatto, le richieste a cui dobbiamo far fronte.

Si tratta di tutto quello che ci tiene attivi, e ci da carica.

In questo caso anche se impegnativo, tutto quello che facciamo probabilmente ci piace e/o riusciamo a gestirlo adeguatamente.

Stress cattivo

Lo stress diviene qualcosa di negativo quando è eccessivo!

Questo si verifica quando le situazioni che viviamo e le attività che svolgiamo quotidianamente non ci piacciono e/o sono troppo impegnative, al punto tale da fare fatica a gestirle, sia psicologicamente che fisicamente.

Questo può portare nel tempo a stare male.

Devi sapere che poco stress, può essere altrettanto dannoso quanto uno stress eccessivo.

Il troppo ed il “troppo poco” sono entrambe deleteri.

Noi individui per stare bene, abbiamo bisogno di una certa dose di stress quotidiano. Necessitiamo di alzarci la mattina e avere qualcosa a cui pensare, a cui dedicarci, avere degli interessi, ecc.

Se per lungo tempo venisse a mancarci tutto questo, rischieremmo di annoiarci, e anche di stare male.

Ora vediamo cosa succede quando si innesca lo stress cattivo.

Ti sei mai chiesto cosa avviene nel tuo corpo quando sei sotto stress?

Nel corpo avvengono una serie di cambiamenti, che lo predispongono all’azione, che lo rendono più agile, vigile, pronto ad agire in caso di bisogno.

Tutto ciò è molto utile se ci troviamo a dover fronteggiare un problema, una situazione che richiede di essere gestita repentinamente. Ma questa reazione è funzionale solo se dura poco tempo, se dura troppo a lungo può causare serie problematiche.

Si può addirittura arrivare ad un vero e proprio esaurimento.

A volte in situazioni di particolare sofferenza, occorre affidarsi al sostegno di un’ professionista, che possa aiutare a gestire e sbloccare il problema. In modo da poter tornare ad avere una vita soddisfacente e soprattutto stare bene!

Volendo utilizzare una metafora: lo stress potrebbe essere paragonato ad un esercito pronto ad affrontare una minaccia esterna, che però non arriva mai, e questo lo costringe a rimanere mobilitato senza poter intraprendere la battaglia. Immagina il malessere nel non sapere cosa accadrà e quando, e soprattutto lo spreco di energie che ne consegue.
Questo è quello che accade nel nostro corpo!

Non è lo stress in sè il vero problema, ma quanto questa situazione dura nel tempo.

Sintomi dello stress eccessivo: gli effetti

  • Mal di testa
  • Minore capacità di concentrazione
  • Disturbi della memoria
  • Commettere molti errori
  • Incapacità di rilassarsi
  • Ansia
  • Irritabilità
  • Tensione della mascella
  • Ipertetensione
  • Abbassamento del tono dell’ umore
  • Caduta dell’autostima
  • Disturbi del sonno
  • Calo del desiderio sessuale
  • Dolori muscolari
  • Minore energia

E l’elenco potrebbe continuare. Lo stress se prolungato nel tempo, può causare gravi problemi alla salute dell’individuo!

Sintomi stress emotivo e possibili fonti di stress

Qualsiasi cambiamento nella routine della nostra vita, anche se gradito può causare stress!

Ciò che fa la differenza è come viviamo quel particolare evento, cosa significa per noi.

Lo stesso evento può essere neutro o poco stressante per una persona, e provocare invece grande stress ad un’altra, con tutte le relative conseguenze.

Anche situazioni oggettivamente stressanti come la perdita di una persona cara o ad esempio subire un incidente, possono divenire certamente fonte di stress, ma essere comunque affrontate in modo adeguato da qualcuno, e divenire qualcosa di insostenibile per qualcun’altro.

Dipende sempre da noi e da come ci poniamo nei confronti degli eventi.

Ecco alcune situazioni, e la quantità di stress che potrebbero provocare… occorre andare sempre a vedere ogni singolo caso:

  • Morte del coniuge 100
  • Divorzio 75
  • Separazione 65
  • Infortunio o malattie personali 53
  • Matrimonio 50
  • Pensionamento 45
  • Gravidanza 40
  • Cambiamento delle responsabilità nel lavoro 29
  • Importante riuscita personale 28
  • Inizio e fine del corso di studi 26
  • Cambiamento di residenza 20
  • Vacanze 13
  • Feste natalizie 12

Possibili fonti di stress emotivo quotidiano

  • Stress nell’ambiente di lavoro (causato da orari troppo lunghi, scontri con i superiori o con i colleghi, dover svolgere un lavoro che non ci piace, ecc.)
  • Stress domestico ( causato dal partner, dai figli, dalle molte incombenze ed organizzazione familiare, ecc.)
  • Temperamento e cause personali dello stress (il proprio personale modo di porsi nei confronti della vita e delle più svariate situazioni (problemi, difficoltà, situazioni nuove), può rendere più o meno resistenti allo stress).

Stress emotivo: 7 consigli efficaci per affrontarlo

  • La prima cosa da fare, è identificare la causa del tuo malessere (difficoltà personali, lavoro, famiglia, troppe cose da fare, ecc.). Cosa mi fa stare male? Non puoi affrontare qualcosa se non hai chiaro innanzitutto di cosa si tratta!
  • Se è possibile, occorre ridurre o interrompere la fonte di stress (valuterai in base al caso quale delle due possibilità è la più attuabile)
  • Se non puoi ne ridurre ne interrompere la tua fonte di stress, sarà più vantaggioso trovare un modo alternativo di gestirlo (se ad es. la tua fonte di stress è il capo, ma non puoi, far si che cambi o lasciare il lavoro, dovrai trovare il modo di gestire diversamente questo rapporto, in modo da poter lavorare con maggiore serenità)
  • Se è presente un particolare problema, concentra la tua attenzione sulla soluzione (concentrarti sul problema aumenterà lo stress e non ti aiuterà a risolverlo)
  • Metti dei limiti, non dare per scontato che le tue capacità siano illimitate perché non lo sono (sii consapevole di cosa puoi o non puoi fare, di quanto puoi fare, metti dei limiti alle richieste altrui, e alle richieste che poni a te stesso)
  • Ritaglia del tempo per te per fare ciò che ti piace
  • Se ne senti il bisogno chiedi a qualcuno di aiutarti (non c’è nulla di cui vergognarsi a chiedere aiuto, anzi fare questo significa avere rispetto per sè stessi).

Come psicologa a padova e psicologo online, da quasi da 10 anni ascolto ed aiuto persone concretamente ad uscire da situazioni difficili, e riprendere in mano la propria vita.

Per ricevere un aiuto concreto,

Entriamo in contatto

Richiedi Una Consulenza

 

Dott.ssa Monia Ferretti - Psicologa Psicoterapeuta

L’aspetto che più amo della mia professione è poter essere utile agli altri, vedere una persona che soffre, riprendere in mano la propria vita e tornare a sorridere è una cosa bellissima.

Tags

6 comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top