Amore Non Corrisposto: Come Guarire Quando l’Amore è a Senso Unico

amore non corrisposto

L’amore è quel profondo sentimento che lega due cuori l’uno all’altra. Un sentimento che presuppone quindi la partecipazione di due anime che si incontrano, si amano, e decidono di comune accordo di intraprendere un cammino congiunto.

Ma non sempre è così.

Amore non corrisposto: il dolore di innamorarsi in solitudine

A volte ci si innamora non essendo ricambiati. E in questa situazione riversiamo tutte le nostre energie sul nostro oggetto d’amore, ma a senso unico.

Vivere un amore non corrisposto significa vivere una storia dove dall’altra parte non c’è qualcuno che ricambia, e che da un senso al nostro sentimento. Una condizione che porta a fare l’esperienza del rifiuto, e a provare di conseguenza un profondo senso di vuoto e sofferenza.

A molti di noi sarà capitato e in questo non c’è nulla di strano. Ma può divenire sentore di qualcosa che non funziona, quando si trasforma in una vera e propria fissazione.

Quando nonostante la realtà non accettiamo che il nostro sentimento non sia ricambiato, quando non riusciamo a tornare ad investire su di noi e sulla nostra vita.

Quando innamorarsi senza essere corrisposti non è un episodio isolato, ma una situazione che tende a reiterarsi.

Se vivere un  amore non corrisposto può capitare a chiunque, occorre fermarsi e comprendere cosa sta accadendo, quando tendiamo ad essere recidivi nel ripetere questo copione. In questo caso possono esserci alla base delle difficoltà di cui occorre occuparsi.

Potrebbe esserci:

  • Una bassa autostima, uno scarso senso di valore personale, che ci spingono come conseguenza a sentirci attratti da persone che non ricambiano, o hanno ben poco da dare
  • Una condizione di deprivazione affettiva, provata all’interno del nostro contesto familiare. Un profondo senso di solitudine che ci spinge a ricercare un legame ad ogni costo pur di non sentirci soli
  • Una tendenza a stare più nella fantasia che nella realtà, e una difficoltà nel costruire una relazione reale e matura

Amore non ricambiato: le varie forme

Possiamo vivere un amore non ricambiato in molti modi: innamorandoci di chi non ricambia il nostro sentimento, continuando ad innamorarci di persone non libere, o non propense a vivere il rapporto con lo stesso trasporto e partecipazione che vorremmo.

Possiamo aver vissuto questa esperienza durante l’adolescenza oppure in età adulta.  E la nostra maturità, un senso di stabilità personale, e la presenza di ulteriori risorse relazionali, possono aver fatto la differenza su come tale momento è stato superato.

In condizioni di bassa autostima, sfiducia, e solitudine, tale situazione potrebbe condurre a sviluppare dei veri e propri vissuti depressivi.

Amore non corrisposto: come superare il dolore

Se si tratta di una condizione unica può accadere, e per uscirne dovremo un pò alla volta ripartire da noi e ricominciare a costruire la nostra vita. Ricominciare a vivere e coltivare la nostra individualità, i nostri bisogni, le nostre relazioni, ed interessi.

Ricominciare a vederci come soggetti singoli con tutto quello che ne consegue. Provando a non chiuderci, e facendo leva su tutte le risorse individuali e relazionali a nostra disposizione.

Tutto ciò un pò alla volta ci porterà ad accettare l’accaduto, e a superarlo.

Situazione ben diversa sarà quella in cui vivere un amore non corrisposto diviene un copione deleterio che tende a ripetersi.

In alcuni casi ci sarà la necessità di lavorare sulla nostra autostima, per arrivare a riconoscere il nostro valore. E che meritiamo di vivere una storia di qualità, dove ci siano scambio e partecipazione da ambedue le parti.

A volte occorrerà imparare a costruire relazioni vere e reali. Aspetto non affatto scontato.

In quanto molti di noi purtroppo costruiscono storie stando poco nella realtà, facendosi trasportare solo dalle emozioni del momento, ma non avendo la minima idea di chi c’è dall’altra parte. Che caratteristiche ha e se c’è qualcosa di concreto, e su cui vale davvero la pena fare un investimento affettivo.

A volte ci troviamo a vivere un amore non corrisposto perché cerchiamo invano di rientrare di crediti non riscossi, ma lo facciamo in modo tale da rafforzare la nostra mancanza. Se ciò che abbiamo vissuto è la mancanza d’affetto, potremo avere la tendenza a scegliere persone che non ci vogliono, che non possono darci quello che tanto vorremmo.

Perché in fondo è ciò che conosciamo e a cui siamo abituati, e non sappiamo com’è essere corrisposti e stare in una storia reale. In questo modo continuiamo a reiterare la stessa mancanza.

Quindi occorrerà rafforzare la nostra autostima, riscoprire il nostro valore, imparare a costruire un rapporto reale e che possa davvero darci qualità e amore in cambio. Occorrerà esplorare perché la fuori le persone non sono tutte uguali.

E se ce ne sono alcune che non fanno per noi, ce ne sono altre che invece potrebbero darci molto, dobbiamo solo darci la possibilità di conoscerle e farle entrare nella nostra vita.

Cosa che difficilmente potrà accadere fintanto che rimaniamo fossilizzati su ciò che non funziona.

Non abituiamoci alle briciole, non adattiamoci ad un amore non corrisposto, con l’idea che non possa esserci dell’altro, perché possiamo avere molto di più. Ma dipende soprattutto da noi, dalle nostre scelte, dalle nostre azioni, e da quanto crediamo di meritare.

Come psicoterapeuta e psicologo online, da più di 12 anni ascolto ed aiuto persone concretamente ad uscire da situazioni difficili, e riprendere in mano la propria vita.

Dott.ssa Monia Ferretti

Amore Non Corrisposto: Come Guarire Quando l’Amore è a Senso Unico
4.7 (93.33%) 24 votes

Entriamo in contatto

Richiedi Una Consulenza

 

Dott.ssa Monia Ferretti - Psicologa Psicoterapeuta

L’aspetto che più amo della mia professione è poter essere utile agli altri, vedere una persona che soffre, riprendere in mano la propria vita e tornare a sorridere è una cosa bellissima.

Latest posts by Dott.ssa Monia Ferretti - Psicologa Psicoterapeuta (see all)

59 comments

  • Grazie per i contenuti di quest’articolo,l’ho letto più volte e mi ha aiutato a gestire e a superare,purtroppo molto lentamente,una situazione dolorosa.

  • Buonasera grazie

  • Anche io ho letto piú volte questo interessante articolo. Purtroppo vivo una situazione dolorosa che mi paralizza e non so come venirne a capo. In teoria è tutto vero ciò che spiega l’articolo. Ben diverso è riuscire ad uscire da una situazione emotivamente sconvolgente, inaspettata e complicata in cui si idealizza una persona.

  • Interessante e davvero utile questo articolo. Da un anno vivo un amore non ricambiato se non con stima a amicizia che valgono tanto, ma non sono quell’amore che avrei sempre desiderato. Ultimamente la mia parte razionale sta avendo il sopravvento e anche se umanamente forse non è corretto, ma il sistema “chiodo scaccia chiodo” mi sta tirando fuori dal pantano, avviandomi a sentimenti finalmente ricambiati. Rimane comunque qualcosa di irrisolto, un senso di vuoto, che spero di allontanare e dimenticare col tempo e con le nuove corrispondenze. Devo dire che per tutto questo tempo mi sono sentita fragile e incapace, forse inadeguata, e l’avvio recente alla guarigione è iniziato quando ho cominciato a considetare lui l’anello debole della coppia, incapace di vero amore.

  • Mi sono innamorato di un ragazzo che però mi ha detto chiaramente che al momento non ama nessuno. Ha appena superato una storia finita male e non ha intenzione di stare con nessuno al momento. Per lo meno io non sono abbastanza a quanto pare. Sto soffrendo molto perché mi sembrava che invece ci fosse intesa ma… mi sbagliavo.
    Francamente non riesco ad uscirne al momento.

  • maledetto il giorno che l’ho incontrata… ma non mi poteva venire un infarto almeno soffrivo di meno e una sola volta…

    • Come ti capisco james…è la stessa cosa che provo ma la vita è una e bisogna viverla io ci sto provando

    • Quanto hai ragione… la stessa cosa per me, sono 3 anni figa, 3 anni che ci vado dietro.. ma lei non corrisponde.. siamo soltanto buoni amici.. non puoi capire come soffro

      • Io 4 anni ma desso basta basta davvero sto troppo male ti capisco

        • Ciao Ele,
          già la situazione in cui sono costretto a vivere è maledettamente complicata di suo e, come aggravante, mi sono innamorato di una donna perdendo in realtà 2 anni di vita. Oggi “fortunatamente” ho provato a vedere se poteva esserci qualcosa (ed in tal caso avrei dovuto fare molto male ad un’altra persona) ma sono stato rifiutato, almeno me ne farò una ragione.
          La cosa che mi ha tratto in inganno per tutto questo tempo è che la nostra storia sarebbe stata veramente bellissima (fisicamente simili, nessun problema economico, entrambi stimati nel lavoro dove occupiamo posizioni elevate, nessuno strascico da divorzi o figli da relazioni precedenti), da fuori sembravamo veramente fatti per stare insieme: invece nulla, alla fine trattato peggio di un cane.
          Forza e coraggio, per quanto si stia male la vita continua.

  • Ero convinto che l’amore,come l’amicizia,non esistesse.E invece è successo..Avrei fatto/dato tutto per stare con lei.Vuole fare l’università all’estero,avrei mollato tutto pur di seguirla e stargli accanto.Circa un mese fa ho avuto la più terribile delle delusioni.A lei,di me,non gli è mai importato.Ora devo farmi supportare da uno psicologo per le conseguenze di ciò.In ogni caso non ci sarà mai nessun’altra oltre lei,in cuor mio la amerò sempre nonostante tutto il male che mi ha fatto.Perchè come si dice,il primo amore non si scorda mai.Così sia.

  • dopo sei anni di separzione ed una serie di coglioni che mi hanno usata promettendomi la luna vivo una storia con un uomo che ai miei occhi e’ unico . stiamo insieme da un anno e l ho fatto entrare gradualmente nella mia vita sperando che fosse la persona giusta … ma c’e’ un problema .. lui asserisce di non amarmi ma allo stesso tempo non riesce a starmi lontano ed io non riesco a farlo andare via da me . ho fatto in passato un percorso di psicoterapia che mi ha aiutata a capire quanto io valga e so bene di essere prossima ad un crollo emotivo a causa di questo mio immenso sentimento non ricambiato. insieme siamo meravigliosi .. facciamo l’ amore piu’ volte senza mai stancarci e mai vorrei smettere , a differenza di cio’ che accadeva nel matrimonio .. dicevo , quando stiamo insieme ci basta stringerci e fare semplicemente una passeggiata mano nella mano per annientare il mondo che i circonda … cosa c’e’ che non va allora ? lui si logora perche’ dice che non riesce ad amarmi ma sa che sono la donna perfetta per lui … cosa devo pensare ? ad una paraculata per vivere sentendosi idolatrato ed amato ? sento il male dentro .. mi manca l’ aria senza lui .. ma non posso arrendermi a lui … ma sono stanca .. stanca davvero ..

  • E’stato proprio un giorno maledetto…anche per me….eppure quando ti entra nell’anima, nello spirito….nella mente….non c’è sensazione più alta…..poi stai male da morire perchè non sei ricambiato…..ma la vita è meravigliosa e andrebbe vissuta in ogni sua forma…..non è facile per niente…..lo so…..

  • Il mio è un caso patologico perchè mi sono innamorato e sono rimasto solo, per anni, a pensare a lei. Quando poi ho conosciuto un altra che mi piaceva, dato che sono di gusti difficili, ”bang”, mi sono innamorato ancora. Pure lei però non era interessata e dopo un anno di corteggiamento e carinerie, me ne sono accorto. Un altro crollo e giù, bloccato per anni e anni, a chiedermi se era il caso di suicidarmi o magari di attendere un po di più, se mi serviva più tempo, se c’era speranza che prima o poi si accorgesse di me, E poi ho conosciuto altre, le ho idealizzate e ho sbagliato ancora. Oggi quando vedo coppie che sorridono o con figli che passeggiano in città, vorrei buttarmi sotto un camion, perchè io a differenza loro non sono riuscito a farmi una famiglia e sono invecchiato idealizzando l’amore.

    • La mia stessa storia. Delusioni continue per un motivo o per un altro e adesso che ho 41 anni vedo il capolinea per le opportunità future..

  • anke a me è capitata la stessa cosa con una donna di 43 anni mia ex collega universitaria…premetto che io ne ho 41…..un bel giorno mi dopo 15″anni mi ha telefonato….siamo usciti……e mi sono strainnamorato…..Il mio amore non è stato mai ricambiato anke se a lei faceva piacere tutto cio che le scrivevo e che provavo per lei….confermo che l’amore non corrisposto ti lascia dentro un grande senso di vuoto perché quella persona non sarà mai tua…..e quindi si tende ad accontentarsi anche dell*amicizia e questo è lo sbaglio più grande perché ci si illude che quella persona possa cambiare idea…Maledico il giorno che mi ha contattato e cmq penso che sostituire lei sia impossibile…..mamma quanto la Amo.

  • anche io maledico quel giorno in cui l’ho incontrato

  • Dopo quasi 20 anni insieme di cui 12 di matrimonio e due figli mi dice che non prova nulla più per me.
    Ho sempre vissuto in funzione delle sue esigenze(sicuramente sbagliando) e delle famiglia.
    Sicuramente hanno inciso anche situazioni esterne alla coppia e molti errori gli ho fatti anche io nella
    normalità di quello che succede anche nelle migliori famiglie.
    Da circa 10 mesi viviamo una situazione i stallo sentimentale a causa di una sua relazione apparentemente solo telefonica con un altro. So cosa state pensando. Ma l’idea di buttare subito per aria una famiglia non mi piaceva e poi volevo prima digerire una cosa alla volta. Adesso ancora lei mi dice di non provare nulla per me se non affetto e che non c’è nessun altro nella sua vita. Viviamo ancora insieme mascherando al’esterno questa situazione che però piano piano sta uscendo fuori nei nostri relativi contesti familiari.
    Non so cosa fare…..io se potrei fare finta di nulla e amarla lo stesso anche se mi ha ferito profondamente ma lei dice che non c’è nulla da fare se non di pensare unicamente alle nostre bambine…..
    una cosa è certa non posso continuare a vivere in questo stato. Adesso ho bisogno di capire quale scopo dare alla mia vita….e non sto parlando di una nuova donna…..ma di qualcosa di più profondo che in questo momento non so proprio cosa possa essere.

  • Articolo interessante ma più facile che a dirsi che a farsi
    Ho perso la testa per un ragazzo da un anno e mezzo circa e sinceramente tra di noi non so bene cosa sia o meglio io vorrei una relazione seria con lui dichiarandomi più volte ma nulla da fare…la cosa orribile è che mi lascio illudere ma non so come uscirne
    Questo mi provoca un senso di vuoto tristezza e depressione…sapendo comunque che lui cerca anche altre ragazze…
    A giorni la ragione prende il soppravvento dicendomi che devo lasciare perdere
    Ma poi il sentimento occulta tutto il resto e mi ritrovo sempre allo stato di partenza
    Non è facile davvero

  • Pure io oggi gli ho dichiarato l’amore che provavo per lui da quattro anni. Lui mi ha detto che lo spaeva e che sono l’uomo che lo capisce di più ma che purtroppo non ho il suo cuore che nel frattempo appartiene ad un altro. La cosa è devastante… anche perché non desidero vederlo per il momento e dall’altra parte non posso fare a meno di lui. continuo ad amarlo.

    • Stessa situazione, solo che la mia è durata vent’anni. Tra dimenticanze e ritorni di fiamma, tra noi due non ho mai capito cosa c’è stato. So soltanto che appena lui esce dalla mia testa, intervengono fattori esterni a riprtarcelo dentro. Ultimamente mi sono imposto di non cercarlo ne volerlo più. Ma è dura. Il bello è che a me i corteggiatori non sono mai mancati, belli, intelligenti, sexy, ma non sono lui.

  • Sono innamorata e non corrisposta.
    Sono sparita perché ho avuto sempre meno da lui: nell’ultimo periodo ero solo io a cercarlo e ci vedevamo nei sui ritagli di tempo.
    Sì che soffro. Ma ho imparato a ringraziare la Vita per averlo incontrato e per aver provato un sentimento così unico e speciale.
    Solo così sto meglio. Il resto del tempo lo passo lavorando intensamente e lasciando che “qualcuno” mi consoli con le sue attenzioni.

    • mi ritrovo in ogni tua parola…è devastante, ma passerà.

      • Quando passerà? Quanto tempo ci vuole? Io sto in pezzi da un anno, mi avvito continuamente su un uomo che è molto peggio di mio marito, che mi ha usata e non mi vuole, che non mi ha mai reso felice e ora mi fa provare vuoto e depressione. Come si fa a venirne fuori?

  • Ho conosciuto questa ragazza mentre stavo con un altra. Avevo visto, o mi era parso di vedere, qualcosa di speciale. Tanto speciale da decidere di non cercare di approfondire i contatti per rispetto della mia compagna del tempo e del suo compagno. Mesi dopo quella storia era finita e ho ripreso a frequentarla, ancora reprimendo quanto provavo per rispetto, stavolta di lei e di me stesso, non volendo essere “un amante” o qualcuno che l’avrebbe spinta a tradire. Starle vicino, poterla aiutare, vederla felice mi bastava. Questo e la speranza che un giorno le condizioni fossero favorevoli e lei facesse di me la sua scelta.

    Non sono una scelta. Non la sua.
    Un mio amico, decisamente meno preoccupato di poter essere un amante o spingere lei a tradire, lo è.
    Non riesco a dormire. I miei sogni sono incubi su questo tormento e il battito del mio cuore è un dolore insostenibile.

  • Anche io sto vivendo questa situazione è non so come uscirne…

  • Da due anni un amore impossibile mi tormenta. Parlo con tutti di lui continuamente, credo di essere impazzita. La cosa più grave è che questo grandissimo ignorante, bastardo e cafone maledetto mi ha illusa. Se non si fosse comportato in questo modo, probabilmente, lo avrei già dimenticato!
    Nella vita, tutto si paga! Gli auguro di provare quello che ho provato io!

    • molto spesso ho desiderato di fargliela pagare alla persona che si è comportata con me in questo modo .. chiamare la moglie raccontare tutto.. ma poi a che servirebbe … la sola cosa da fare è trovare qualcuno che ci ama come siamo… e mandarli a quel paese

  • da tre anni sono innamorata di un uomo… è sposato ma quando lo ho conosciuto ha mentito… dopo poco ha cercato di allontanarmi trattandomi male… da tanto tempo ci sentiamo litighiamo… poi tornaimo a parlarci..
    da molto tempo non c’è più alcun contatto a livello fisico ma non riusciamo a chiudere ne io ne lui.

  • Da una settimana sto pensando ad un uomo più grande che non mi ricambia. Tutto è iniziato quando ha scherzato con me al lavoro ma quelle due parole con lui mi hanno emozionato come non mi era mai accaduto. Ora se mi vede saluta ma non dice niente e si vede che non è interessato… avrei preferito che non mi avesse detto niente quella volta, non posso però neanche non vederlo più e dargli un taglio netto perché appunto lavoriamo nello stesso posto. Appena sento la sua voce mi emoziono e se mi passa vicino mi agito, ho paura soprattutto di non riuscire a controllarmi e che gli altri se ne accorgano anche perché sono molto timida. Se c’è lui non riesco a comportarmi come farei normalmente con gli altri. Vorrei provare un sentimento come questo per un uomo che mi ricambia. La cosa positiva è che è relativamente poco tempo che mi sono “innamorata” di lui e spero sia solo un’infatuazione che passerà presto.

  • L’articolo è interessante e afferma cose vere. Ma quello che non si evidenzia è che la parte emotiva a volte è piu forte di quella razionale. Anche se ci si sforza di vedere le cose per come sono..il “dentro” di te…non ne vuole sentire ragione. Del resto se è vero che non se non si sente amore una persona nulla puo’ cambiare questo “non sentire”, è anche vero il contrario; se ami..ami.- Puoi fare scelte dolorose, renderti conto razionalmente che le cose non vanno se non sei corrisposto. Ma è difficilissimo venirne fuori senza un grande dolore e cicatrici interiori che risalteranno per tanto tempo anche se forse non per sempre..e con il tempo che passa..si perdono anche tante occasioni di vita: ne so qualcosa

    • Verissimo. Capire di testa è un conto, ma quello che poi senti “di pancia” è tutta un’altra storia. Quando l’ho conosciuto stavo con un altro ragazzo da 11 anni, convivevamo. In 20 giorni ci siamo lasciati, per dirti che con Lui è stato proprio un colpo di fulmine da parte mia. E adesso sono passati 7 anni e sono ancora qui ad accontentarmi delle sue briciole. Ogni volta che fra noi sta andando tutto bene, che cerco di fare un passo in più, mette le mani avanti e mi blocca. La sua frase preferita in questi casi è: “ti voglio un bene dell’anima ma non ti amo, non sento quel trasporto che senti tu”. Amici finché vuoi ma niente di più. La mia sì che è diventata una fissazione. Sono stata per 14 mesi senza vederlo né sentirlo, avevo provato il chiodo scaccia chiodo con un ragazzo a dir poco MERAVIGLIOSO, ma niente. mi svegliavo di notte rendendomi conto di aver sognato ancora una volta, sempre e solo Lui. Non è dignitoso comportarsi come sto facendo, senza contare che mi precludo altre possibilità mentre il tempo scorre inesorabile e mi vedo in un futuro di solitudine, o magari da gattara.

  • Questo articolo mi ha fatto bene all’anima.
    E mi ha dato qualche speranza di uscire da questo amore corrisposto solo ad un quarto. Ho 54 anni, da circa due mesi mi sono separato da mia moglie per preservare la mia salute psichica. E dopo venti giorni in cui stavo ricostruendo la mia vita, vado a dare una facciata su due occhi enormi e profondi. Capisco subito che potrei innamorarmi e allora mantengo un basso profilo, aspetto che sia lei a fare le prime mosse, non chiedo nulla, ne baci ne sesso. Passano sei notti insieme a girare a ridere a stringerci le mani sempre più forte, poi iniziano i baci…e li mi fermo. Analizzo la situazione, la ascolto per ore, cosa vuole, cosa cerca in un uomo, quali sono i progetti comuni, tra di noi intanto il feeling cresce, ma mi prometto di non cedere, non voglio una storia di sesso, devo conoscere bene la sua mente. Ma intanto il mio cuore ha già preso il volo senza che me ne rendo conto. E poi la svolta…lei si ritrae. Ma come? io sto investendo energie psicofiche, tempo, tutto per piacerle, e lai si ritrae, inizia a non farsi trovare, a dire che forse non deve fidarsi perché le sue amiche le dicono che non va bene con un uomo più grande. Allora capisco, non le corro dietro e le scrivo che è il caso di chiudere le rispettive porte. Lei si dispera (sembra) mi dice di no, mi chiede di verderci ancora, dobbiamo parlare viso a viso. io accetto. E ci sto bene. Quella sera lei mi propone un gioco “Obbligo o Verità”. Io accetto. Le sue domande sono molto intime, entrano nei miei trascorsi di vita, alcuni anche dolorosi, ma dico sempre la verità. Entrano anche nella sfera sessuale e li iniziano i reciprochi scambi di ammiccamenti e risatine con arrossamento delle guance. Stiamo insieme fino alle cinque del mattino, mano nella mano. La porto a casa, lei mi dice: “Siamo fidanzati, ci sentiamo domani” …
    E io sono ancora qua a soffrire senza sapere perché. Cosa può cambiare all’improvviso nella testa di una persona? Ho provato ad indagare, a capire se c’era un altro nella sua vita. Sembra di no. Lascio passare un giorno e una notte, e resto in attesa. Non succede niente. Allora le scrivo, ferito ed arrabbiato. Le dico di tutto. A lei non piace, mi risponde sempre tramite messaggio e mi racconta scuse banali e stupide a cui ovviamente non potevo credere. Dovevo chiudere in quel momento. Ma, quasi con un sentimento di masochismo, la seconda notte mi mancava tanto da sentire un dolore nel petto. La chiamo, mi isponde, mi dice che non può parlare che mi scrive più tardi. Aspetto tre ore.. come un deficiente ridicolo uomo. Poi le scrivo che è inaffidabile e che non è seria, le mi risponde semplicemente:”..mi dispiace”
    TI DISPIACE? Sto soffrendo come un cane e ti dispiace? Mi hai aperto il cuore e l’anima e semplicemente ti dispiace. non le rispondo, cancello il suo numero, cancello le conversazioni su whatsapp.
    Ma sono due notti che mi mangio il cervello e non quieto. Che schifo di situazione. Un amore non corrisposto ma con inganno, è peggio che mai. Alla mia età, non so forse fa più male, forse i sentimenti le illusioni le aspettative sono più grandi?
    Ora il vero problema è cosa fare quando la voglia ti prende. Come gestire ogni istinto, negativo e positivo. Si rischia di impazzire.
    Ma so che passerà, mi voglio bene, so che merito meglio di questa storia. Anche se mi lascerà un bel segno vivo sul cuore.

  • Leggere che non sono l’unica un po’ mi conforta. Che dire, lui già impegnato, abbiamo iniziato a sentirci tramite messaggi, poi ci siamo visti. Ma per lui è solo sesso, lui ama lei, e quando gli chiedo il perché lo faccia risponde che non lo sa! Io ci sto perdendo la testa e il cuore. Ora è da un po’ che non lo sento, ma so che prima o poi si rifarà sentire. E io ci ricadrò.

  • Io sono un recidivo in tal senso, e di umiliazioni amorose ne ho subìte a dozzine. Non che io non abbia avuto anche numerose soddisfazioni, seppur non durature, in amore, ma quelle che più mi fanno male non sono quelle vissute e poi finite (eccetto un paio che mi hanno devastato per come sono finite) quanto quelle che mi hanno dato solo l’atroce inganno di essere ricambiato, per poi dover bere all’amaro calice della peggiore situazione possibile: lei che ti dice che non le interessi e si mette con un tuo amico o compagno di scuola.

    Si perché questa situazione nell’arco della mia vita si è verificata ben tre volte. Due delle quali nell’ultimo anno, ed è stato disumano, soprattutto l’ultima. Lei mi piaceva, più giovane di me di una quindicina d’anni è vero, ma il tipo con cui si è messa dopo avermi prima illuso e poi mollato come un deficiente (negando beceramente che le piacessi, quando era lei a cercarmi sempre) in realtà ha la mia stessa età (io 35, lui 33, lei 20). E si tratta di una persona che consideravo uno dei miei migliori amici, quasi un fratello. Si è messo in mezzo di nascosto alla nostra frequentazione e l’ha sedotta a mia insaputa, ed ora mi tocca vederli sbaciucchiarsi nel locale che frequentavamo insieme dove c’è il resto della mia compagnìa, costringendomi a rimanere da solo a casa e a non poter vedere i miei soli amici dato che mi toccherebbe poi incontrare quei due. Non so come uscire dall’ossessione. Ho desiderato anche vendicarmi subdolamente facendo in modo che si lasciassero ma non sono capace di tanto. Ed anche ora che sto con una ragazza conosciuta da poco e che mi adora, io non riesco a dimenticare quei due. Il pensiero di loro due soverchia il mio sentimento nascente per la nuova compagna al punto da farmi sentire in colpa, come se non corrispondessi l’amore di lei per ancorarmi a quella infame che mi ha preso in giro e a quel traditore che mi ha pugnalato alle spalle. Sto cercando una soluzione attraverso il confronto con chi ha avuto esperienze simili, perché davvero non so in che altro modo spezzare questo catenaccio mentale.

    • Ciao! Sei riuscito a dimenticare quei due ed a entrare nella relazione con la nuova compagna? Spero di sì!

    • Evidentemente non era un vero amico. Un amico non si mette in mezzo. Dice il proverbio: dai nemici mi guardo io che dagli amici mi guardi Dio

  • Questo articolo è davvero molto utile. Grazie dottoressa. Ha migliorato la mia giornata.

  • L articolo è molto interessante. Leggo e lo rileggo ma cavolacci faccio di tutto per tenere il pensiero lontano da lui e cerco di impegnarmi su altre cose ma .. azz ritorno sempre a pensare a lui ..E a dirmi cose che mi manca x piacergli ed è faticoso non pensarlo ….

  • Grazie alla Dottoressa. Ma anche a tutti voi che commentate… Nonostante tutto fa piacere non sentirsi soli. Io ho perso letteralmente la testa per un ragazzo etero (e probabilmente anche omofobo) sposato con un bimbo… Purtroppo lavora nel supermarket dove regolarmente devo far spese… Vivo in un piccolo paese e non posso fare altrimenti… Lo conoscevo già di vista prima che me lo ritrovarsi al supermarket, e mi era pure antipatico… Poi l’estate scorsa boom la botta che mi paralizza quasi tutti i giorni… Che fare? Continuo a seguirvi ragazzi chissà che non riesca a trovare una soluzione per uscirne…

  • Io credo che bisogna insegnare ai giovani che l’amore non corrisposto, la sconfitta, il fallimento sono dei percorsi comuni a tutte le persone, tappe ineludibili della propria vita che se vissuti nel modo giusto e superati coi giusti metodi possono insegnare molto. Non esiste persona al mondo che non abbia avuto un amore non corrisposto, farne una tragedia è sbagliato. Va spiegato come riconoscere i sintomi, identificare la simbologia, insegnare a gestire le emozioni nel mentre e nel dopo. In Italia, ma anche in Occidente in genere, non si fa abbastanza cultura in questo senso. I ragazzi si trovano a corteggiare persone dell’altro sesso che chiaramente non danno segnali o che prendono loro in giro magari per interessi personali. Ma se non si ha una base di conoscenze e di compliance ci saranno sempre più amori non corrisposti con conseguenze sulla propria vita e la propria famiglia.

  • Davvero delle belle parole, ma nonostante ciò io ho tantissima paura di non uscirne mai, anche perché non mi è capitato una volta sola ma molte di più e con elementi diversi. Ogni volta va a finire alla stessa maniera, è sempre un illudermi continuo e questa situazione adesso mi ha letteralmente stancata. Forse il problema sono io che non riesco ad interagire come vorrei con queste persone a causa delle forti emozioni che mi irrigidiscono in loro presenza, forse nascondere tutto alla persona in questione è un errore… fatto sta che la situazione non la reggo più e una volta per tutte vorrei essere ricambiata anch’io da qualcuno, ma se continuò a costruire castelli in aria su qualcuno di cui sono perfettamente consapevole di non avere speranze, la vedo molto dura…

  • Quando si discute di amore non corrisposto, si formulano ipotesi e statistiche e si tirano conclusioni.
    Si ragiona di come uscirne attraverso terapie varie, recupero dell’autostima, valutazione della mancanza di requisiti del partner mancato, etc.
    Si considera il problema come qualcosa che ha termini temporali di qualche mese, al massimo poco più di un anno, e ci riferisce in genere a adolescenti o a giovani.

    Purtroppo, come nel mio caso, il problema dura dal 1964 ininterrottamente per quella che allora era una dolce e bellissima fanciulla, sia pure con qualche intermezzo, dato che sono propenso ad innamorarmi.
    Sto parlando di un amore platonico, che avrei voluto condurre verso il matrimonio, ma che non ha mai conosciuto nemmeno un bacio. Io tendo ad amare per sempre la stessa persona, in eterno.
    Sono coniugato da oltre 4 decenni, amo mia moglie, ma vivo il tormento di quella 15enne, che ho rivisto inizialmente per 10 anni, la quale, da me varie volte ricercata, mi ha sempre dapprima fatto credere di ricambiarmi, per poi mollarmi con gentilezza ma senza sbocchi.
    Raccontarne la storia significherebbe scrivere almeno tremila pagine.
    Ero perfino amico di famiglia, sempre ben accolto dai genitori, ed ospite a pranzo o a cena in varie occasioni.
    Per lei ho scritto racconti, versi a migliaia, composizioni di musica di estrema intensità, come sonate per piano, ballate, improvvisi, etc. e anche tante canzoni.
    Anche 7 anni fa, dopo 40 anni, ripresi i contatti con colei, anch’essa coniugata, si è ripetuto lo stesso copione.
    Non ho mai pensato di vivere con questa donna, essendo ormai entrambi coniugati, anche se lei ha un matrimonio “bianco” quasi da sempre, essendo piuttosto sessuofoba, e in castità dal 1978.
    Ma ho sempre sperato di amare ed essere ricambiato da colei, senza altro che per sentimenti di recupero di un sogno, sia pure senza sbocchi o interessi materiali.
    Invece mi ritrovo a sognarla ogni notte, come da sempre, senza poter mai avere uno scambio con lei, dato che ho troncato il rapporto, per non sentirmi preso in giro, ormai da 5 anni.
    La maledico perché, tenendomi legato, in base al suo narcisismo, alla sua vanità, alla sua sottile capacità di seduzione, mi ha rovinato la vita e reso infelice nel fondo dell’anima.
    L’unica cosa buona della mia esistenza è mia moglie, dolce e affettuosa, che ricambio prodigamente e che amo. Peccato che non l’abbia conosciuta prima di colei, perché così avrei evitato una vita di tormenti.
    Forse un giorno aprirò un blog e pubblicherò le centinaia di messaggi, di email e le decine e decine di ore di conversazione, registrate e trascritte su testo, per trasmettere ad altri questa esperienza.
    Il mio difetto è che sono sensibilissimo a tutti gli aspetti emotivi della vita e dei rapporti umani. Ho fin da piccolo una forte capacità di ricordare ogni più lieve sfumatura del mio passato, ogni ricordo, con una intensità superiore a quella che provai al momento in cui li vissi realmente.
    E inoltre ho di me una fortissima autostima, dato che possiedo grandi talenti in tutti i campi del sapere, dell’arte, della creatività, della capacità di compiere qualsiasi attività intellettuale e manuale, anche nei lavori casalinghi, e soprattutto di amare e di far godere una donna, quella che amo.
    Ormai, giunto a 71 anni, penso che nessun terapeuta potrà mai curare questi miei sentimenti, o cancellare i miei sogni, raramente felici, e continuamente sofferti.
    E forse la capacità di soffrire è ciò che mi ha fatto capire quanto forte io sia dentro di me.
    Soffrire duramente e continuare a vivere e ad amare. Una sfida impossibile.
    Ma sentirmi innamorato è una emozione indescrivibile, che mi forgia nel profondo giorno per giorno sempre più.

  • Non ha alcuna colpa. Non fa nulla per illudermi, per legarmi a sé. Nemmeno pensa, lui, a me. Il nemico di me stessa sono io. Lui, lui mi vuole bene. Tutto qui. Non può essere ingabbiato per questo. Lui, lui mi sostiene. Lui, lui mi prende in giro bonariamente e gioca con me come fossimo bambini. Lui, lui mi considera alla stregua di una sorella. Lui, lui non mi mortifica, non mi umilia, non mi tradisce. Semplicemente, lui non mi ama. E’ invaghito di altre e mi ignora, non gli sa nemmeno balenare nella mente che tra me e lui possa nascere qualche cosa, nemmeno per errore. Questo è tutto ciò ch’io possa rimproverargli. L’egoista sono io. Bene, ne prendo atto, ed ora? Come posso dimenticare d’amarlo senza dimenticarmi di lui?

  • e se la ragazza che amo da sei anni è omosessuale?
    non vedo via d’uscita…

  • Reputo molto interessante quanto riportato nell’articolo, attualmente vivo una relazione con una donna che non mi ricambia, una parvenza di un amore malato costituito da uscite per suo divrtimento e brevi vacanze. Sono innamorato di lei la quale mi ricambia qualche volta con frasi di comodo per evitare di perdermi.
    Malgrado questo soffro in silenzio e talvolta vorrei reagire per mandarla a quel paese per riprendere in mano la situazione, in questi casi peró preferisco sempre sopportare continuando a mantenere il rapporto.

  • Sto vivendo una situazione orribile,definirla un incubo e’poco….Dopo quindici anni che lo amo cone il primo giorno,lui mi dice che non prova piu’nulla per me,e che per giunta con me non e’mai stato felice,Ed io che non riesco neanche lontanamente a pensare di restare senza di lui..E cio’che e’peggio,e’che lui, tra alcuni mesi,andra’via,in un altro paese, lontanissimo. La scusa e’quella del lavoro, ma la vera motivazione e’allontanarsi al piu’presto da me perche’ come dice lui,io sono soltanto un peso,un problema..Il fatto e’che pensare di stare lontana da lui,mi uccide e non riesco ad immaginare la mia vita senza di lui.In piu’, sono sola al mondoLui era ed e’la mia vita,il mio sole il mio mondo la luce che illumina le mie giornate,e a guardarlo ora cosi’distante e distaccato, mi si spezza il cuore….Dovergli dire addio per sempre con l’alternativa di restare solo buoni amici,e magari sentirci una o due volte l’anno.No non c’è la faccio,a questo punto preferisco morire..Senza di lui per me nulla ha piu’senso..

    • Comprendo cosa stai passando. Io da 8 anni cerco di andare avanti nonostante abbia quel vuoto intorno. Sii forte Roberta, siate forti amici perchè cadiamo nella rete della depressione, tristezza e devastazione psicologica. Per amore subiamo tantissime spade emotive che ci feriscono tantissimo!
      Pensa che io ho donato tutto il mio cuore per amore ma quando è amore non corrisposto, ho capito che le strade tendono a dividersi e ciò fa male, lasciandoti una pietra nel cuore.
      Spero di non averti trasmesso dolore in queste righe. Un giorno anche noi troveremo qualcuno/a che ci ami per come siamo dentro, per come siamo emotivi e sensibili.
      Coraggio dobbiamo andare avanti se pur la vita sia dura e confidare nella perseveranza e nell’Amore che nasce in noi, ma lo consegniamo a chi non lo merita..

    • Roberta aggiungo che NON devi assolutamente pensare a quella soluzione. Non è la soluzione dei problemi e non lo sarà mai.
      Amici la Vita è sacra e dobbiamo difenderla e ti scrive un ragazzo che da 8 anni ha tantissima sofferenza nel cuore assopita forse, assimilata da tempo.
      Ma dobbiamo custodire il dono quale è quello della Vita e lottare come guerrieri in mezzo a tantissime battaglie
      Roberta io sono con te, e con tutti coloro che stanno soffrendo e piangendo in questo momento.
      Un abbraccio
      Attilio

  • Penso di poter affermare, dopo 2 anni,di essere uscito dal tunnel dell’amore non corrisposto. Sì trattava di una persona sul luogo di lavoro, più giovane di me, che ad un certo punto si è fatta avanti in modo del tutto amichevole e disinteressato. Io ,vivendo un momento critico in famiglia, mi sono aperto a poco a poco. Dopo qualche settimana pensavo solo a lei, tralasciando tutto il resto della mia vita e dichiarandomi. A questo punto ecco che lei si ritrae,mi evita e smette di messaggiare (tutti sapete che male fa). Scopro poi, quasi per caso, che , come nel più classico dei cliché, è la donna del titolare (tutti sapevano tranne me,che povero idiota sono stato). Stavo per mettere in discussione 20 anni di matrimonio… figli… Sono stato malissimo, per quasi 6 mesi, ho cercato di contrastare il desiderio di scrivere messaggi, aiutato anche dalla consapevolezza e dalla rabbia di essere stato preso in giro. Ora è tutto finito,mi sono riavvicinato a mia moglie, abbiamo chiarito alcuni problemi , cosa che consiglio di fare a tutti, almeno un tentativo. Quello che mi ha salvato è stato un colpo di fortuna…. un’occasione di lavoro altrove, che ho accettato subito. Rivista una settimana fa ad una cerimonia mi ha salutato con un abbraccio….ma ormai è tardi, non c’è più nulla. Non sono in grado di dare consigli , però parlo con la mia esperienza e mi sento di dire che prima di mettere in discussione un matrimonio,una relazione,un fidanzamento, bisogna fermarsi un attimo…. riflettere….cercare aiuto ,anche sul web (ho postato il primo commento) buona fortuna

  • Ho letto i commenti ma posso garantirvi che peggio della mia situazione non ne stanno .
    Il mese di settembre scorso conobbi un ragazzo . È stato un vero colpo di fulmine sia x me che per lui .
    Tra noi c’è stata subito alchimia gioco di sguardo e parlavamo x ore . Lui mi metteva a mio agio nonostante fosse un ragazzo freddo e timido
    Io sapevo che lui dovesse partire in Australia e infatti inizialmente ho cercato di dare ascolto alla mia ragione Dato che ho già esperienze simili e difficilmente una persona ha scelto me quando c’era di meglio Tipo un lavoro fuori ma ho voluto comunque rischiare. Mi alzavo la mattina con la speranza di incontrarlo da qualche parte e andava a dormire immaginandomi in intimità con lui.
    Però comunque cercavo di allontanarlo proprio per evitare dato che era una storia senza futuro poi Paradossalmente nel momento in cui lui ha iniziato a scrivermi prendendosi il mio numero da altre persone abbiamo iniziato una breve frequentazione dove comunque c’era alchimia sia sessuale che è caratteriale. Lui nonostante era un tipo molto chiuso Mi ha detto cose che nemmeno sui migliori amici sapevano. Mi disse anche che con me sarebbe insieme solo ch a causa del suo sogno probabilmente non si poteva fare ma che comunque sarebbe stato un peccato non continuare a conoscerci. Finché un giorno presa un po’ dalla rabbia per la situazione in una discussione piansi e lo implora i di darmi comunque una possibilità di vivermela finché era qui lui ha consentito solo che da quel momento qualcosa si è rotta anche se lui comunque ha negato fino all’ultimo giorno che l’ho visto. I nostri incontri hanno sempre meno frequenti nel senso che inizio a chiamarmi una volta a settimana a volte anche ogni quattro giorni finché non è sparito del tutto. Io decisi di lasciarlo andare poi però a fine dicembre lo cercai e fu come se gli avessi lasciato di nuovo la voglia di tornare a uscire. Ho fatto un casino per vederlo un’altra volta e ho cercato di comunicare con lui e lui se n’è uscito sempre con la solita scusa che il suo futuro non è qui. Ma oltre a questo questa persona non la riconoscevo più dall’essere disponibile aperto premuroso dolce e tutte le qualità che io so che lui aveva divento freddo scostante acido A volte quando lo contattavo sembrava come se provasse fastidio. Finché un giorno non mi scrisse lui che sarebbe partito ma che nonostante tutto ci saremmo rivisti però poi non l’ho più visto poi però scese di nuovo al mio paese perché mi disse che doveva trovare casa al nord e ci vedemmo. Lì lo vidi geloso mi controllo il telefono nonostante fosse sparito mi illudevo che forse se sei capendo che fossi importante ma in realtà era solo Fumo negli occhi. Qualche giorno dopo provo a ricercarlo per ricevermi un secco no Io ovviamente per messaggio espresso il mio dissenso dicendogli che comunque ero stufa delle sue risposte secche e acide lui ha ribattuto scusandoci in scusandosi in un certo modo però non è più tornato sui suoi passi. All’incirca due settimane fa è partito al nord ma la cosa brutta è che questa volta non l’ho saputo da lui ma da terzi. Anche se forse la mia è una storia insolita Nel senso che non è la classica storia Dove sei stato fidanzato decenni è stata una storia di cui la frequentazione sarà dura alta sia in un mese più altri incontri fugaci però lui mi entrato così dentro come nessuno mai nonostante mi avesse poi trattato ammerda non avesse più avuto rispetto. Questa situazione bruttissima perché lui adesso dall’altra parte dell’Italia non mi ha più cercato nemmeno per un Come stai. Io credo che alla fine un uomo più delle volte possa capire di sbagliare magari tardi mi è capitato tante volte che magari non ero più interessata e allora di nuovo ma in questo caso ho paura che non sarà così perché lui Comunque non è nel mio paese sicuramente scenderà ma non so quando non so come non so se mi avviserà So soltanto che se mi chiedesse di andare andrei seduta stante ma so che non lo farà. Sto passando un periodo ho visto la depressione perché è un conto E quando una persona sparisce Ma sai che nel tuo paese è che magari dalle oggi dalle domani una persona possa tornare sui suoi passi è una cosa che solitamente succede soprattutto agli uomini un’altra che comunque e a tanti chilometri da te
    Facile a dirsi fissazione ossessione o che semplicemente tendiamo inseguire chi non ci ama perché abbiamo bassa autostima Io mi ritengo una bella ragazza anche intelligente simpatica però a quanto pare questo a lui non basta Non so nemmeno se mi abbia mentito e non so niente perché ormai lo vedo così lontano probabilmente lui avrà anche dimenticato tutto ciò che ci fu Ma io mai lo penso ogni giorno non riesco ad andare avanti In più i miei amici non sono molto presenti Perché giustamente ognuno una propria vita e poi anche palloso tenersi una persona che sta sempre depressa facile dire chiodo schiaccia chiodo ma se una persona non ne ha voglia non è giusto usarne altre per fare del male a loro ma soprattutto per se stesse anche se so benissimo che mi sto facendo del male però purtroppo le azioni si possono comandare Nel senso che comunque io non l’ho più cercato nonostante avessi una grandissima voglia di potergli sputare in faccia tutto l’odio che provo però purtroppo è sempre nei miei pensieri credo Non lo dimenticherò mai E se un domani dovessi farmi una vita non sarà come come lui quindi a questo punto preferisco rimanere sola
    Lui è un tipo molto orgoglioso e razionale pur sapendo lui che ha sbagliato non ha mai chiesto scusa vivo sempre con la speranza che un giorno lo farà che un giorno torni qui e che mi dia modo di farmi conoscere realmente per ciò che sono perché lui comunque per un periodo è stato presente tutte le caratteristiche che ho scritto su poi però mi ha messo un muro davanti che non sono riuscita a distruggere. Lui fondamentalmente Forse come me o ama da mattion ama proprio nel senso che è passato da un atteggiamento ha un altro
    Lui è stato uno stronzo perché quello che penso messaggiare anche se una persona magari non ti piace più di tanto a mettiamo così anche fare due chiacchiere non costa nulla Ho anche scopare a tempo perso Invece lui mi dava risposte dove solo una stupida ragazza senza dignità avrebbe insistito togliendomi le possibilità di conoscerci davanti a un caffè o di fare una passeggiata semplicemente completare la conoscenza che iniziamo ad ottobre
    Si dice lontano dagli occhi lontano dal cuore Però se una persona c’era nella tua mente non potranno separarvi nemmeno 14.000 km
    Non riesco a pensare che se vuoi una persona vuoi la sua felicità Quelle sono le frasi stupide dei frustrati che vogliono giustificare il loro fallimento
    Solo ai miei nemici auguro di vivere un’esperienza simile Perché fidatevi è davvero brutto quando la persona per la quale probabilmente avresti dato tutto non ti considera più minimamente è pure passato tanto tempo ormai si può dire che una cosa a senso unico anche se non lo è sempre stato e soprattutto è brutto quando anche i tuoi amici non ti capiscono

  • Eleonora Moonlight /

    Tempo fa mi innamorai di un ragazzo. Inultile dire che, sebbene fosse la persona meno adatta, non riuscivo a vedere in lui che la perfezione allo stato più puro.
    Ogni suo difetto non faceva altro che farmelo piacere maggiormente… quasi fosse stato creato apposta per deliziare i miei sensi.
    Dopo quasi nove mesi mi dichiarai apertamente e lui rispose che non era interessato, ma con molta gentilezza e rispetto del mio sentimento.
    Tutt’ora, dopo tre anni, questa sua gentilezza e tutti i suoi difetti mi tengono incollato a lui… e non posso farci nulla se ogni volta che sono con lui mi sento diversa, felice…
    È stato un anno in america… lontano da me, ma nonostante questo il mio sentimento non è cambiato. Anzi… è bastato un suo solo abbraccio per farmi sentire in paradiso… e non saprei come altro descrivere la sensazione unica che mi fa provare.
    Insomma… dimenticarlo è pressochè impossibile… sebbene io continui a sperare che un giorno saprò finalmente passarci oltre e vivere felice.

  • Ciao a tutti e la prima volta che che leggo seriamente un articolo e dei commenti su questo argomento. Ho passato degli anni in cui l’inferno per me sarebbe stato meno sofferto che la vita reale si questi ultimi 5 anni . Non dico che ne sono uscito totalmente perché un amore non e facile da dimenticare figuriamoci un amore che ti travolge anima e corpo.4 anni fa ho provato anche il suicidio che fortunatamente una cara amica passando per caso da casa mia mi vide a terra e chiamo i soccorsi , neanche i 3 giorni di rianimazione erano serviti a farmela dimenticare. Ora dopo 5 anni mi sono trasferito in spagna , ancora adesso penso a lei , ma non la amo piu e sto riprendendo le redini della mia nuova vita. Auguro a tutti voi che come me avete sofferto di riuscire a dimenticare chi non corrisponde l’amore e di trovare la persona giusta il mondo e grande . Buona vita a tutti . Edoardo

  • Piuttosto che niente a volte ci si accontenta delle briciole mancando di rispetto a se stessi. Spesso l’altro gioca su questo illudendo e ritraendosi a proprio piacimento. Confonde…Io a volte mi sento dipendere da un suo sguardo telefonata..Altre mi sento forte e conto solo su me stessa prendendomi cura di me….non ho ancora scelto definitivamente. Mi lascio del tempo ancora…sento pero che devo riprendere in mano la mia a vita al cento per cento. Il rischio è di stare troppo male e non ne ho più voglia. Prevale in me il dovermi proteggere

  • Sono innamorata da due anni…chiaramente non corrisposta…quando lo vedo mi emoziono talmente tanto che mi dimentico di tutto e non vedo altro che lui 🙁 inzio a sudare, deglutisco a fatica, non mi escono le parole e mi si secca la bocca…..i miei occhi iniziano a brillare così tanto che le persone intorno a me si accorgono del mio cambiamento di umore. Conosciuto per caso…non avrei mai pensato di poter innamorarmi nuovamente…ma forse non mi ero mai innamorata fino ad ora…e le cose che accadono per caso sono sempre quelle più vere e più belle …… nonostante tutto, soffro tanto, ma tanto … e non c’è niente da fare…sono costretta a dimenticarlo, che al momento mi sembra impossibile

  • Gent. dott,ssa
    Sono sposato da 25 anni e ho due figli di 16 e 24 anni. 7 anni fa ho perso il lavoro e sono caduto in depressione.
    La causa? Una sbandata, una fissazione, un innamoramento avvenuto nel 2010 per una ragazza (una mia ex studentessa che ha 25 anni meno di me) la quale per me era ed è un’anima sublime. L’avevo invitata (allora) a far colazone con me… so che (allora) aveva un ragazzo. Ma Lei ha sempre detto: gentilmente “no grazie”, non ho tempo. Quasi nessun contatto per 7 anni.
    Ci siamo incrociati per caso qualche giorno fa (dopo 7 anni!!!) Appena mi ha visto a 20 m di distanza ha detto: “sono di fretta”. Ci siamo chiesti “come sta?” “Bene” “e Lei”?. Tutto qui e poi io ho proseguito dicendo una stupidaggine: “Saluti a tutti” (?)… senza voltarmi. Ora sto di nuovo male… Le avevo mandato un whatsapp con gli auguri di fine anno 2017 (dopo aver ritrovato il suo numero). Ogni anno le mando gli auguri di compleanno su facebook
    Mia moglie sa che avevo un debole per lei.. ma non sa che la penso sempre. È una passione non corrisposta… lei mi dava e mi dà del Lei (ero il suo professore). Quando ci penso divento matto.., sono andato dallo psichiatra ma è una fissazione… mi piace da impazzire e la vorrei così tanto. Che devo fare? Il mio nuovo lavoro mi aiuta un po’ ma non so se curarmi con psicofarmaci. Cosa mi consiglia?

  • Ragazzi abbiamo tutti lo stesso problema. scenografia, un centinaio di persone in cima a un grattacielo e c’è il sole, parliamo e ci raccontiamo e guardandoci in faccia, sfogliando le nostre parole sommesse, concitate, arrabbiate ci rendiamo conto di una sola cosa. Ehy quell’anima, che abbiamo amato per un giorno, un mese o per niente, è nostra amica, si, ci ha mostrato una sofferenza che se fossimo sani ( internamente, animicamente sani ) non conosceremmo, per esempio gli altri, che fanno quando una storia si chiude voltano pagina !! Noi no fermi lì fissati a specchiarci nelle sua bellezza, vera o presunta a ritenerci perfetti, adatte a loro, invece più ci avviciniamo più loro fuggono nell’altra direzione, perchè ? Lo sentono, noi siamo il loro specchio, non siamo interessanti diventiamo cinici e ridicoli, melensi.. ragazzi melensi.. cosa cerchiamo la principessa dalla pelle profumata con gli occhioni dolci che stia lì a soperire alle nostre debolezze? A interpretare il ruolo che le abbiamo attribuito in quelle primissime circostanze ? No non succederà perchè fra di noi c’è un patto animico e lei o lui lo sanno… consiglio, pensate ad altro, scegliete altro.. e solo se supererete questa prova lei tornerà…ehi amico, forse non in questa vita ma di vite ne abbiamo tante ma se rimaniamo fermi, sospesi a questo amore costruito, finto, se non passiamo oltre e non tornerà… quindi coltivate il vero amore, fatto di pazienza e fiducia e amate i vostri cari i fidanzati le fidanzate viventi che avete accanto, auguri ragazzi e siate davvero innamorati di tutto.. prima di tutti di voi stessi..

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

top
WhatsApp chat Contattami per fissare un appuntamento