Potenzialità Come Riconoscerle: 5 Punti Per Farlo

potenzialità come riconoscerle

Conosci le tue potenzialità?

Voglio iniziare raccontandoti una storia…

“Un giorno un uomo attraversando la foresta trovò un aquilotto, lo portò a casa e lo mise nel pollaio dove imparò presto a beccare il mangime delle galline, e a comportarsi come loro”.

Un giorno un naturalista che si trovò a passare di là, chiese come mai un’aquila la regina degli uccelli, si fosse ridotta nel pollaio a vivere con le galline.
“Perché l’ho nutrita con mangime di gallina e le ho insegnato a essere una gallina, e non ha mai imparato a volare”, replicò il proprietario.

“Si comporta come una gallina e dunque non è più un’aquila”.
Tuttavia insistette il naturalista, possiede ancora il cuore di un’aquila e può certamente imparare a volare.

Dopo averne parlato a lungo, i due si trovarono d’accordo nel voler scoprire se ciò era possibile. Il naturalista prese con delicatezza l’aquila fra le braccia e le disse, “tu appartieni al cielo non alla terra spiega le ali e vola”.

Ma l’aquila si sentiva piuttosto confusa. Non sapeva bene chi era e vedendo le galline che beccavano il mangime, saltò giù e si unì a loro. Per niente scoraggiato il naturalista tornò il giorno dopo a riprendere l’aquila, la portò sul tetto della casa e la incitò di nuovo dicendo “tu sei un’aquila.

Apri le ali e vola”. Ma l’aquila aveva paura di questo nuovo se stesso che non conosceva il mondo, ancora una volta saltò giù e andò a beccare il mangime.

Il terzo giorno il naturalista si alzò di buon’ora, andò a prendere l’aquila e la portò sulla cima di una montagna. Lì sollevò in alto la regina degli uccelli e cercò di incoraggiarla dicendo: “sei un’aquila, appartieni al cielo e alla terra, apri ora le tue ali e vola”.

L’aquila si guardò intorno, guardò giù verso il pollaio, guardò in su verso il cielo ma non volò ancora. Allora il naturalista la sollevò verso il sole e l’aquila cominciò a tremare, e piano piano aprì le ali. Infine con un grido trionfante di eccitazione e di paura insieme, spiccò il volo verso il cielo.

Può darsi che l’aquila ricordi ancora le galline con nostalgia, può darsi che di tanto in tanto torni a fare visita nel pollaio. Ma per quanto si sa non è più tornata a vivere come una gallina.

Qual è il significato insito in questa storia?

Avere delle potenzialità per divenire qualcosa, non è sufficiente se non si è consapevoli di poterlo diventare. E soprattutto se le potenzialità che si possiedono non vengono adeguatamente utilizzate!

Anche un l’aquila un uccello maestoso la cui natura è sovrastare i cieli, se non consapevole di esserlo, può trascorrere la propria vita a vivere come una gallina!

Quindi dopo aver letto questa storia voglio chiederti, sai quali sono i tuoi punti di forza o se preferisci le tue potenzialità?

La prima regola base: non sprecare tutta la tua energia nel tentativo di migliorare i tuo punti deboli! Impara innanzitutto a scoprire i tuoi punti di forza per farvi affidamento.

Come puoi riconoscere i tuoi punti di forza?

  • È qualcosa che hai sempre saputo fare
  • È qualcosa che fai con facilità
  • È qualcosa che sai riprodurre, non è un successo isolato
  • È qualcosa che anche gli altri ti riconoscono
  • È importante tu metta a fuoco quali sono le potenzialità che possiedi, le cose che sai fare meglio, e magari per le quali hai anche passione. Perché questo è importante?

Seguire le proprie attitudini è sempre una mossa vincente.
In questo modo hai maggiore possibilità di riuscire, e certamente farai tutto con maggiore convinzione e piacere

Siamo tutti diversi e ognuno di noi ha più potenzialità da utilizzare, di cui magari non è consapevole o che non sa come mettere a frutto, ma non è mai troppo tardi per iniziare.

Alcuni esempi:

  • C’è chi eccelle nel lanciarsi a capofitto nelle cose
  • Chi possiede un forte spirito di adattamento e sa gestire bene gli imprevisti
  • Chi è preciso, meticoloso e molto concreto
  • Chi riesce a concentrare tutta la propria energia nel raggiungimento di un obiettivo
  • Chi ha ottime capacità organizzative
  • Chi ha la capacità di vedere il bicchiere mezzo pieno e il lato buono di ogni situazione
  • Chi trasmette affidabilità, fiducia e sa integrare le persone in un gruppo
  • Chi sa convincere gli altri
  • Chi sa ascoltare, mettersi nei panni dell’altro e sentire ciò che prova
  • Chi guarda il mondo con occhi nuovi, ed è spesso pioniere nelle cose, ha un’ ampia visione del futuro

Tra questi aspetti quali pensi ti appartengano? O prova tu a trovarne degli altri!

Sono inoltre da aggiungere tutte le abilità pratiche (utilizzo del computer, conoscere una o più lingue straniere, avere creatività, avere buone capacità manuali, ecc.) che certamente utilizzi già ogni giorno.

Su tante se rifletti un attimo, potresti rintracciarne una o più, che ti consentiranno se valorizzate di avere una marcia in più.

Scopri quali sono i tuoi punti di forza e utilizzali ogni giorno!

Ti porteranno ad avere ottimi risultati, rafforzeranno giorno dopo giorno la tua autostima, e la fiducia nelle tue potenzialità.

Ognuno di noi ha la possibilità di scegliere se sfruttare o meno le proprie potenzialità. Non basta averle!

La storia dell’aquila ci insegna che se non c’è consapevolezza di cosa possiamo fare, e un utilizzo non adeguato viene tutto vanificato.

Allora se credi sia buona cosa per te, fai monito di questo insegnamento e prova a diventare ciò che sei veramente.

Non hai chiaro quali sono le tue potenzialità, senti che non le stai sfruttando al meglio e che la tua vita ne è condizionata? 

Come psicologa a padova e psicologo online, da più di 12 anni ascolto ed aiuto persone concretamente ad uscire da situazioni difficili, e riprendere in mano la propria vita.

Dott.ssa Monia Ferretti

Entriamo in contatto

Richiedi Una Consulenza

 

Tags

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

top